1/2 KILO A TESTA

Buongiorno a tutti amici di ZWIN, oggi poiché amiamo il bello, iniziamo ad affrontare qualche tema che possa servire per prevenirlo. E’ nostro dovere e quasi obbligo morale preservare la nostra terra e il futuro delle nuove generazioni.

Per cui dopo essermi documentato mi sono deciso a scrivere un articolo per provare a sensibilizzarvi sul discorso del consumo del cibo.

Condivido con voi i dati che ho trovato, nel rapporto dell’osservatorio Waste Watcher che e stato presentato a Bologna lo scorso autunno, in collaborazione con l’Università e Last Minute Market.

“Nei primi 20 anni di Last Minute Market, lo spin off dell’Università di Bologna diventato realtà di eccellenza europea nel recupero degli sprechi alimentari, arriva la nuova “fotografia” dello spreco alimentare in Italia. I dati reali, innanzitutto: sul piano della distribuzione lo spreco del cibo grava per 9,5 kg/anno ad ogni mq di superficie di vendita negli ipermercati e per ben 18,8 kg/anno ad ogni mq nei supermercati. Tradotto per ogni consumatore italiano significa una produzione di spreco di 2,89 kg/anno pro capite, vale a dire 55,6 gr a settimana e 7,9 gr al giorno solo sul piano distributivo. Il 35% di questo spreco potrebbe essere recuperabile a scopo alimentazione umana. Sono i dati del progetto Reduce promosso dal Distal (Dipartimento Scienze e Tecnologie Agroalimentari) dell’Università di Bologna con l’Università dellaTuscia e il Ministero dell’Ambiente, nell’ambito della campagna Spreco Zero di Last Minute Market. Il progetto Reduce attraverso i Diari di Famiglia ha esaminato anche i dati reali dello spreco domestico del cibo in Italia: la vera “voragine” degli sprechi perché nelle nostre case gettiamo ogni anno qualcosa come 36 kg annui di alimenti pro capite. “

Il dato riporta per cui uno spreco pro-capite di circa 40kg all ‘anno per ogni singolo cittadino italiano. Parliamo di una notevole quantità di cibo, ed oltre al fattore morale entra in gioco anche un fattore economico. Se poi pensiamo che nella analisi riportata parla solo dello spreco della fine della filiera, cioè supermercato e consumatore finale, senza pensare allo spreco in fase di produzione.

Da anni ci sono già delle asscoiazioni, e degli enti che hanno posto la loro attenzione sul discorso dello spreco, ma è un attenzione che dobbiamo avere noi per primi, a cominciare da porre attenzione alla spesa e alla gestione del cibo nei nostri frigorifero.

Riporto di seguito qualche idea che sempre nel rapporto è emersa.

  • Al momento della spesa comprare solo quello che necessario, magari avendo fatto una lista.
  • Le date di scadenza indicano il termine ultimo della freschezza e integrita del prodotto, ma prima di buttarlo verificare lo stato reale.
  • Congelare il cibo cucinato in eccesso.
  • Informarsi se nella propria zona ci siano organizzazioni o se le proprie amministrazioni che si occupano di preservare gli sprechi.
  • Produrre il cibo, per rendersi conto della fatica che c’e dietro alla produzione, per rispettarlo.

Per cui tornando al nostro titolo, mezzo chilogrammo a testa di cibo non sprecato, considerando che in Italia siamo quasi 60 milioni di abitanti fanno già la bellezza di 30000 tonnellate di cibo. Direi davvero niente male con un minimo sforzo si potrebbe avere già un enorme risultato. Questa è una proposta e può essere un punto di partenza.

Se volete approfondire e avere maggiori informazioni

http://www.sprecozero.it/

Diventiamo responsabili dello ZWIN, per noi e il nostro futuro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close