NON SOLO LA TORRE

Buongiorno a tutti amici di ZWIN, agosto ormai è iniziato da una settimana, già molte persone sono in viaggio per le loro ferie e molte altre a breve le inizieranno. Purtroppo o per fortuna per me non e ancora periodo di ferie e per cui cerco di approfittare di ogni singola occasione per organizzarmi delle esperienze ZWIN.

Complice l’aver accompagnato una persona a me cara all’aeroporto di Pisa, con il suo volo la mattina presto, ho deciso poi la mattinata di approfittarne e vagabondare per la città accolto dalla sua storia e i suoi palazzi. Il tutto rigorosamente a piedi.

Pisa è una città divisa in due parti se vogliamo vederla, dove il fiume Arno fa da confine, passando il ponte di Mezzo all’altezza di palazzo Gambarotti si entra nel centro storico Pisano lasciando alle spalle la zona dello shopping, con corso Italia e la zona della stazione, che offre delle architetture molto interessanti in Piazza Vittorio Emanuele II.

Il pensiero comune, e associare Pisa al suo nome al suo monumento più caratteristico, che e la Torre di Pisa giustamente, infatti più del 90% dei turisti era tutta in Piazza dei Miracoli a farsi le classiche foto di rito.

Io invece gambe in spalla ho voluto fare un tour molto più ampio e dove a volte mi ritrovavo, forse anche complice ‘orario mattutino, l’unico spettatore di altrettante bellezze. Per cui superato il ponte di Mezzo, invece di dirigermi verso il centro e la famosa piazza, complice anche la bella giornata, inizio a percorrere il lungo Arno, approfittando anche delle indicazioni di Golosaria, applicazione per smartphone che consigli dei luoghi gastronomici molto interessanti, della quale ne ho parlato nel mio articolo precedente, 5 app che ogni viaggiatore deve avere. Per cui la mia meta era Palazzo dell’Ussero, dove nei suoi fondi c’e il Cafe dell Ussero, forse il caffè più storico di Pisa che dalla fine del 700 fa compagnia ai Pisani. Ne approfitto per una pausa con un ottima brioche e un caffè.

Proseguendo il Lungoarno Paciotti poi incontro Palazzo Vitelli, sede degli uffici dell’università di Pisa, palazzo Reale e il Museo delle Navi storiche di Pisa, godendo di una bellissima vista sul’altro lato dell’Arno. Purtroppo il poco tempo e l’orario mattutino non mi hanno permesso di godere di questi musei, un occasione per tornarci magari un week end. Arrivo fino alla Cittadella e Arsenale Repubblicano,apice nord delle mura di Pisa, oggi recuperato per eventi e mostre, dal quale si può godere di una bellissima vista sull’Arno. Riattraverso l’Arno, con il ponte della Cittadella e ritorno nella riva esterna al centro storico, e mi dirigo di nuovo in direzione Corso Italia. Subito mi imbatto nella bellissima chiesa di San Paolo A Ripa d’Arno, Chiesa cattolica dell’inizio dell’XI secolo in stile romanico con notevoli affreschi. Subito dietro la Cappella di Sant’Agata del anno 1000 con un architettura molto interessante.

Proseguo il mio tour e incrocio la chiesa di Santa Maria della Spina, piccola chiesa costruita nel ‘200 con facciata gotica ricercata, numerose statue e soffitto dipinto. Molto bella e particolare per la posizione. Andando avanti incontro Palazzo Blu, sede di bellissime esposizioni e mostre d’arte, polo culturale della città. Il lungo Arno in una bella giornata estiva merita una bella passeggiata.

Ripercorrendo il ponte di Mezzo, mi dirigo verso piazza Garibaldi, porta di ingresso del centro storico medioevale con Borgo Stretto, dove ci accoglie il Caffe Salza, altro storico locale pisano, noto per la sua vastissima gastronomia dove ho preso un ottimo caffè. Mi perdo tra le mille viuzze strette alla ricerca di scorci nuovi e poi sempre seguendo a mia guida mi dirigo in Via San Francesco, presso la pasticceria Frangioni Giancarlo, dove oltre al cannolo alla crema provo il budino di riso, dolce molto interessante e che mi lascia sorpreso, pensando di trovare un budino mi ritrovo in mano con una tortina eccezionale. Merita una tappa molto approfondita.

Dopo un po di vie strette ho bisogno di spazio ed aria, e allora mi dirigo verso Piazza dei Cavalieri, bellissima piazza dove si affaccia la famosa scuola Normale di Pisa con il suo palazzo ricco di affreschi, molto affascinante. E molti altri palazzi dove si respira tutta l’importanza storica di Pisa.

Come giro conclusivo del mio tour arrivo in Piazza dei Miracoli, come sempre gremita di turisti, ma che comunque lascia sempre un emozione nella visita della città per poi dirigermi verso la stazione di San Rossore da dove ho ripreso il treno per la via di casa.

Una giornata davvero ZWIN, ma non solo per la location che ho descritto, ma anche per l’aver scoperto luoghi non comuni in piena filosofia ZWIN.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close