5 PIATTI DELLA CUCINA MAROCCHINA

 

 

 

La cucina marocchina è un insieme perfetto ed equilibrato di colori e sapori. Aromi che presi singolarmente hanno impareggiabili poteri inebrianti ma che, se uniti, si trasformano a tal punto da non definire più solo una pietanza, bensì un’intera, millenaria cultura.

 

1. Cous cous: simbolo della cucina marocchina

Il cous cous è uno dei piatti più conosciuti della cucina tradizionale marocchina. In Marocco e all’estero sono numerosissime le alternative e le rivisitazioni di questo piatto: con verdure, pollo, legumi e tanto altro! Spesso infatti la ricetta originale viene adattata per renderla più occidentale, quindi meno speziata e più semplice. L’origine di questo piatto è nel Maghreb e il suo condimento spesso variava da famiglia a famiglia secondo le ricette tramandate dagli antenati. L’elemento comune di queste preparazioni è sempre stato il cous cous, composto da granelli di semola dura, spesso preparati in casa e poi cotti a vapore. Questo cereale è cotto a vapore all’interno della casseruola o cuscussiera.

Il cous cous marocchino era sicuramente un piatto dedicato alle festività o alle celebrazioni. Questa pietanza è ricca di ingredienti nonché di varianti che cambiano da città a città e da famiglia a famiglia. L’ingrediente principale è, ovviamente, il cous cous, che è cucinato con moltissimi ingredienti.

Tra i condimenti più diffusi ci sono la frutta secca, le sette verdure (carote, sedano, cipolla, pomodoro, porri, zucchine, finocchi e patate), i datteri e il cardamomo, il tfaya (con zenzero, miele, cannella, pepe, zafferano, cipolla, burro, uvetta), manzo e zafferano, frutti di mare feta e menta, albicocche e formaggio. La versione più conosciuta in occidente e sicuramente più preparata è quella alle verdure di primavera, quindi carciofi, piselli, fave, zucchine e aggiunta di aneto. All’interno del cous cous è possibile trovare poi carni come l’agnello oppure il pesce, tipico delle zone a Nord come Tangeri, nonché elementi dolci come uvetta, mandorle, miele e zucchero.

cous cous con verdure arrostite | Cookaround

2. Tajine : non solo un contenitore

Tipico piatto di origine berbera, il nome viene preso dal piatto (in terracotta) che si divide in due parti: la parte inferiore bassa e rotonda, circondato da una lama in acciaio, e la parte superiore a forma conica.

La base delle tajine puo’ essere di carne, pesce, o anche vegetariane, farcite con legumi veri oltre che da frutta secca a volte.

La particolarità di questo piatto viene soprattutto dalla cottura: la tajine viene infatti adagiata sulla brace ardente e cotta lentamente.

Manzo con carote cotto con il tajine | Cookaround

3. Pastilla ; contrasto dolce salato

 

Servita come antipasto nelle occasioni speciali ma proposta in ogni ristorante, la pastilla trova le sue origini nella cultura ispano-arabica: la leggenda, infatti, narra che, dopo la caduta di Granada, i musulmani che si rifugiarono nel Maghreb portarono con sé le proprie tradizioni culinarie, tra cui questo piatto.

Si tratta di uno sformato di carne di piccione, spezie e aromi, racchiusi in diversi strati di pasta sfoglia. Esistono varianti che sostituiscono il piccione con la carne di pollo, di pesce o di agnello, andando a cambiarne notevolmente il gusto.

La peculiarità del piatto sta nella sua combinazione di dolce e salato. Tra gli strati di pasta, infatti,troviamo mandorle tostate, zucchero e cannella, donando al piatto un sapore davvero unico e autentico. Da provare!

Pastilla - Wikipedia

4. Harira : la zuppa del Ramadam

Nutriente, ricca e sostanziosa, la zuppa harira è considerata uno tra i piatti d’eccellenza della cucina marocchina e simboleggia la conclusione del Ramadan.

Tra le tante versioni in cui si declina, la zuppa harira tradizionale è preparata con polpa e costine di agnello, ceci, lenticchie, cipolle e pomodori. Il tutto e condito con una gran quantità di spezie: curcuma, coriandolo, cannella, paprika, zenzero, prezzemolo e zafferano. Il piatto è accompagnato da riso bollito o da un tipo di pasta lunga, a seconda della zona del Marocco in cui vi troverete ad assaggiarlo

Ricetta Harira, Zuppa Marocchina - Il Club delle Ricette

5. Zaalouk : l’antipasto per ogni pranzo e cena marocchino

Solitamente nei ristoranti marocchini ogni pasto inizia con un entrée di antipasti composto da vari tipi di insalate fredde. Tra le più comuni non mancano mai lo Zaalouk, una salsa di melanzane, pomodori, aglio, olio d’oliva e spezie, la salsa di pomodoro, le olive marinate e l’insalata di lenticchie araba.

Ricetta Zaalouk | Agrodolce

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on pinterest
Pinterest
Share on whatsapp
WhatsApp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *